Come superare la fine di un grande amore?
marzo 10, 2017
Come crescere al meglio il proprio bambino?
marzo 20, 2017

Come superare un amore non corrisposto?

Quante volte vi è successo di inseguire qualcuno, sentire di amarlo disperatamente e non essere corrisposti? Oppure vi trovate proprio ora in questa angosciante situazione della quale non riuscite a liberarvi.

Perché è così difficile smettere di amare o di rincorrere chi non corrisponde i nostri stessi sentimenti?

Quando sentiamo di amare intensamente qualcuno o di provare grande ammirazione per una persona, non siamo persuasi da chi è veramente, dalla sua reale personalità, ma dall’idea che ci siamo fatti di lui/lei. Interpretiamo costantemente ciò che ci circonda, dagli eventi che ci accadono, alle persone che ci circondano. Quando conosciamo per la prima volta una persona, la nostra attenzione viene subito catturata dai suoi aspetti caratteriali che coincidono con i nostri (se ci piacciono), o che magari sono totalmente diversi, e tralasciamo tutto il resto vedendo sempre ciò che vogliamo vedere.



Quando viene difficile separarsi da una persona, in realtà non si riesce ad allontanarsi dall’idea che ci si è fatti di quella persona, magari la giudichiamo amorevole e simpatica perché ricordiamo solo i momenti in cui lo è stata, dimenticando tutte quelle volte che è stata scontrosa e irrispettosa. In una malsana relazione, chi è coinvolto si trova spesso ad esagerare con l’immaginazione, fantasticando momenti indimenticabili o un finale da vissero felici e contenti. Putroppo spesso la fantasia porta fuori rotta, per non mostrarci quella che è la dura realtà. Il concetto fondamentale da comprendere è che se il rapporto di qualsiasi natura esso sia, non è salutare, non vi stare bene, ma per la maggiorparte del tempo vi fa stare in pena, c’è qualcosa che non va. E nessuna delle due parti deve cambiare, semplicemente i vostri caratteri non sono fatti per incastrarsi, per congiungersi in un unico puzzle.

La cosa da fare quando si viene rifiutati è accantonare l’immaginazione e i sogni e tornare alla realtà. Fare una sorta di mente locale e chiedersi “quali basi concrete ci sono perché tra di noi si possa sviluppare un buon rapporto?”, “Quali feedback ho ricevuto dall’altra parte che mi possano far pensare ad un prosperoso futuro?”

Se le risposte sono per la maggior parte un “niente”, è ora di ritrovare un po’ di amore per sé stessi e chiedersi se davvero si merita un rapporto univoco fatto di inseguimenti dove solo voi siete convinti del rapporto. I rapporti sono fatti per dare e ricevere e dove entrambe le parti si impegnano per farli funzionare, quando c’è un eccessivo sbilanciamento tra chi dà e chi riceve, allora è arrivato il momento di imboccare un’altra strada e abbandonare ciò che vi tiene ancorati a queste situazioni, quella speranza che prima o poi qualcosa o qualcuno possa cambiare.

 

“Solitudine non è essere soli, è amare gli altri inutilmente.”
0 votes